· 

Il galateo del matrimonio per gli sposi

·              La partecipazione

L’invito deve essere inviato diverso tempo prima, almeno 3 mesi. Questo per dare modo agli invitati di organizzarsi con altri impegni, la partecipazione deve lasciar intendere lo stile del matrimonio.

·              Le fedi

Si possono scegliere secondo lo stile che si preferisce, ma una cosa è obbligatoria: l’incisione all’interno, con data e nomi degli sposi.

·              Il velo della sposa

Il velo è sconsigliato per le cerimonie in municipio e per chi si appresta a sposarsi per la seconda volta.         

.              il bouquet                                                        

È uno dei compiti dello sposo: il giorno del matrimonio deve inviare a casa della sposa il bouquet, scelto insieme tempo prima.

·              Qualcosa di vecchio, qualcosa di nuovo…

Per una futura sposa un filo superstiziosa la tradizione consiglia di indossare: qualcosa di vecchio, qualcosa di nuovo, qualcosa di prestato, qualcosa di blu. Rispettivamente: il vecchio indica il legame con la famiglia d’origine; il nuovo propizia il futuro della nuova famiglia; il prestato è per attirare a sé la felicità di chi vi presta l’oggetto (dovrà essere una persona felice!); il blu è il simbolo della purezza.  

·              Il regalo

Le indicazioni per il regalo di matrimonio non andrebbero spedite con la partecipazione, ma andrebbe comunicata a parte, possibilmente su richiesta.

·              La cena prima delle nozze

In alcune parti si usa fare una cena la sera prima del matrimonio. Per salutare e ringraziare amici e parenti giunti da lontano.

·              Costi del matrimonio: come si dividono?

 Questo è un punto un po’ critico. Visti i tempi difatti vi sono diverse coppie che preferiscono pagare tutto da sé, specialmente quando sono coppie che già vivono insieme o comunque lontani dalla famiglia, indipendenti.  Tuttavia oggi si usa anche dividere i costi del matrimonio tra le famiglie degli sposi: solitamente si tende a fare tutto in modo equo, anche se poi ogni coppia si regola. 

·              La cerimonia in chiesa

Le coppie che decidono di sposarsi in chiesa devono ricordarsi che: lo sposo con i suoi invitati deve recarsi in chiesa prima della sposa. A loro toccherà il lato destro dell’edificio, ai parenti della sposa il lato sinistro.

·              Il ritardo della sposa

Il ritardo fa parte della tradizione e va bene perché crea la giusta atmosfera tra gli invitati. Tuttavia è consigliabile che non superi i 10-20 minuti.

·              Verso l’altare

Lo sposo andrà verso l’altare accompagnato dalla madre, la sposa invece verrà accompagnata dal padre.

·              La padrona di casa

È giusto che gli sposi si godano il giorno del loro matrimonio. Chi si occupa però degli invitati e di tutto il resto? Solitamente questo compito tocca alla madre della sposa che dovrà agire come padrona di casa.  

·               Gli sposi, durante il banchetto

Innanzitutto non dovrebbero mai restare separati, ma dovrebbero agire come una cosa sola. Uno dei loro doveri è salutare tutti gli invitati al ricevimento.

·              Il taglio della torta

Uno dei momenti più attesi del banchetto. Solitamente tocca allo sposo prendere il coltello per primo e appoggiarlo sulla torta, dopodiché toccherà alla sposa appoggiare la sua mano sopra. I due insieme taglieranno le prima fetta.

·              Bomboniere

Le bomboniere sono un dono di ringraziamento da fare gli ospiti: per la loro partecipazione.

·              Ringraziamenti

Solitamente si devono inviare entro un anno, anche se sarebbe consigliabile non far passare così tanto tempo. Un tempo di 5/6 mesi al massimo può andar bene.

www.zanolli.com

www.cataniaoggi.it

Scrivi commento

Commenti: 0